Consigli per ristrutturare casa

Consigli per ristrutturare casa

Quando si decide di ristrutturare casa si deve entrare nell’ottica che si sta facendo un investimento per il futuro con lo scopo di migliorare l’abitabilità e la comodità dei vari ambienti di casa.
Non vi sono stime iniziali o di base sui prezzi di spesa eventuali in quanto le variabili in gioco sono molte, tipo di ristrutturazione, se questa è ordinaria o straordinaria, entità dell’evento materiali usati e condizioni dell’immobile.

Eccovi di seguito uno specchietto riepilogativo degli eventuali prezzi.

Per lavori di ristrutturazione:

  • Lavoro di demolizione delle pareti dai 15 ai 35 euro al metro quadro;
  • Lavoro di ricostruzione delle pareti 35 euro circa al metro quadro;
  • Lavoro di rifacimento dei pavimenti dai 10 ai 25 euro al metro quadro.

Per installazione impianti:

  • Impianto elettrico nuovo 2.500 euro circa ogni 100 metri quadri;
  • Impianto idraulico nuovo 10.000 euro circa ogni 100 metri quadri.

Comunque contatta varie ditte, per avere preventivi dettagliati, non fermarti alla prima, tanto puoi fare il tutto senza alcun impegno, facendo così avrai la possibilità di valutare ogni impresa e scegliere quella giusta per te.

Per quanto riguarda le detrazioni hai ancora la possibilità di ricevere un bonus del 50% sui lavori di ristrutturazione,

sia per i lavori ordinari che straordinari, il bonus è valido per tutti i lavori che verranno effettuati sino a Dicembre 2018 con spese che rientrino nella cifra dei 96.000 euro.
Dal 2018 in poi il bonus per le spese si ridurrà al 36% fino ad una spesa massima di 48.000 euro, inoltre se i lavori da effettuare riguardano misure antisismiche, il bonus sarà valido sino al 2021.

Per lavori di natura ordinaria:

Comprendono tutti quei lavori che vengono effettuati sugli spazi già esistenti all’interno dell’abitazione che non vanno a modificare le strutture esterne o la cubatura della casa.
Tutti questi lavori non richiedono alcuna concessione edilizia da parte del comune, facciamo alcuni esempi:

  • Costruzione o spostamento di pareti interne;
  • Installazione di serramenti vari;
  • Miglioramento di impianti elettrici o idrici già esistenti.

Per quanto riguarda la parte esterna dell’abitazione, rientrano nelle manutenzioni ordinarie le seguenti voci:

  • Rifacimento delle facciate;
  • Rifacimento del tetto;
  • Riparazione di balconi;
  • Riparazione di pavimentazioni esterne.

Tutti i materiali che utilizzerete per i lavori all’esterno dovranno avere identiche caratteristiche di quelli precedenti.

Per lavori di natura straordinaria:

Riguardano tutti quei lavori di edilizia minore che vanno a variare superfici o cubatura dell’immobile e sono i seguenti:

  • Creazione di giardini, balconi o cortili;
  • Lavori sulle facciate;
  • Sostituzione di infissi;
  • Lavori di consolidamento o rinnovamento della struttura dell’immobile.

Questi sono tutti lavori che vanno a variare in modo considerevole il tuo immobile

e quindi vi è la necessità di richiedere una specifica autorizzazione edilizia al comune di appartenenza.
Nel caso in cui decidiate di intervenire sull’intera struttura, queste rientrano nella voce delle grandi opere come per esempio:

  • Costruzione di un nuovo edificio;
  • Ampliamento di stanze già esistenti.

Per lavori di intervento a carattere antisismico:

Ultimamente questo è un problema molto sentito nel nostro paese, quindi se il tuo immobile non passa la valutazione sismica dovrai ottemperare effettuando i seguenti interventi:

  • Consolidamento delle murature;
  • Consolidamento delle strutture in legno;
  • Installazione dei relativi supporti per la struttura;
  • Installazione degli isolatori sismici;
  • Inserimento di giunti strutturali.

Vi ricordiamo nuovamente che fino al 2021 sarà possibile effettuare una detrazione delle spese sino al 70%.